Scuola Infanzia
Gabbiano Azzurro || San Pietro
Scuola Primaria
Italo Calvino || Marco Polo || Gianni Rodari
Scuola Secondaria
Pasquale Mattej
icmattej.it icmattej.it icmattej.it icmattej.it icmattej.it

PICCOLI MATTONI...

DSC 00331

Felix Adado è un migrante originario del Togo, in Africa, che oggi si è integrato in Italia e vive nel nostro territorio, svolgendo attività di poeta e mediatore culturale.

Proprio lui, Felix, il 15 di marzo è venuto nella nostra scuola, l’Istituto Comprensivo “P. Mattej”, per incontrare gli allievi della scuola secondaria di primo grado e raccontargli la sua storia.

I ragazzi sono rimasti conquistati dalla sua capacità affabulatoria ed hanno seguito il racconto di Felix con attenzione ed interesse.

La sua infanzia segnata dalla violenza familiare, la fuga da casa, la situazione difficile del paese africano d’origine, la fame, la miseria… ed infine come unico scampo: lo studio e la migrazione.

Le domande dei ragazzi hanno scandito una presa di coscienza importante: noi siamo il futuro del mondo, ed un mondo migliore si costruisce solo con la cultura e la solidarietà!

Difficile raccontare l’intensità di alcuni momenti toccanti della storia, o la partecipazione emotiva quando Felix ha letto una sua poesia scritta appena pochi giorni fa.

L’incontro è stato organizzato grazie alla collaborazione con Amnesty International – Formia, che ormai da anni collabora con la nostra scuola con iniziative concrete di grandissimo spessore.

Per bocca di Viviana Isernia, responsabile di Amnesty International – Lazio, è stato riportato l’esito positivo di una recente campagna di protesta per la libertà di espressione contro la carcerazione di un vignettista malese, cui hanno partecipato i nostri alunni.

A scuola continuiamo a costruire piccoli mattoni per un mondo migliore.

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi l'informativa per ulteriori informazioni.